La donna e la coppia possono decidere di trascorrere la maggior parte o anche solo una parte del travaglio a casa, assistiti da un’ostetrica esperta e, al momento opportuno, essere accompagnati in ospedale.

Il piano assistenziale per l’assistenza del travaglio a domicilio con accompagnamento in ospedale prevede:

– Presa in carico della donna e della coppia e primo contatto con l’ostetrica di riferimento entro, se possibile, 32 settimane di gestazione
– Reperibilità 24/7 di una ostetrica dalla 38esima alla 42esima settimana di gravidanza
– Tra la 38esima e la 42esima settimana di gravidanza sono previste visite ostetriche ogni 7/10 giorni circa per la valutazione del benessere materno e fetale
– Assistenza ostetrica al travaglio a domicilio e, in accordo con la donna e con la coppia, accompagnamento in ospedale per il parto
– Previo accordo con la struttura ospedaliera di riferimento, l’ostetrica scelta dalla coppia potrà essere presente durante l’ultima fase del travaglio e durante il parto con un ruolo di supporto
– Assistenza ostetrica durante il puerperio, con la possibilità di richiedere una dimissione precoce dall’ospedale (ritorno a casa dopo poche ore dalla nascita)
– Visite ostetriche nel puerperio per la valutazione del benessere materno e neonatale e sostegno nell’avvio e nella continuazione dell’allattamento al seno
– Esecuzione dello screening neonatale (se non eseguito in ospedale)
– Visita di chiusura a 40 giorni circa dal parto con valutazione del pavimento pelvico

A chi è rivolto

A tutte le donne in gravidanza, previo colloquio con l'ostetrica

Cosa prevede

Presa in carico della donna e della coppia dal punto di vista clinico, relazionale e circolare; assistenza ostetrica al travaglio a domicilio con accompagnamento in ospedale; assistenza ostetrica nel puerperio

Costi

Richiedi un colloquio conoscitivo gratuito con le ostetriche per avere un preventivo personalizzato